Milano: scoperto asilo ”clandestino” per bimbi cinesi. Sporco e insicuro

bimbi-cinesi - Copia9 ago. – Una porta anonima priva di insegne tra via General Govone e via Aosta, zona Mac Mahon, a Milano, che nascondeva un asilo clandestino per bimbi cinesi: e’ quanto hanno scoperto ieri gli agenti del commissariato Sempione, in seguito a una segnalazione anonima. Una volta scattata l’ispezione, i poliziotti si sono ritrovati in un locale di circa 150 metri quadri dove quasi una quarantina di bambini tra i 20 mesi e i 13 anni trascorreva la giornata in precarie condizioni igieniche senza alcun rispetto delle norme di sicurezza.

I banchi si snodavano tra cavi elettrici volanti, molto pericolosi, mentre la stanza adibita ai ‘sonnellini’ era poco piu’ di uno sgabuzzino con qualche materasso sporco e la cucina si presentava sporca e maleodorante. Una delle due maestre, Z.S. 34 anni, ha cercato di giustificarsi con gli agenti con un contratto di affitto e un atto che dimostrava come l’appartamento adibito ad asilo clandestino fosse gestito da una associazione senza fini sociali di lucro. Ma le indagini della polizia hanno dimostrato come i genitori dei ragazzini, tutti immigrati cinesi regolari, versassero 80 euro al mese per permettere ai figli di frequentare la struttura dalle 9 alle 17 di ogni giorno. La 34enne e un’altra ‘maestra’, S.Y.Z., 40 anni, entrambe regolari ma con qualche precedente per resistenza a pubblico ufficiale, sono state denunciate per esercizio abusivo della professione.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -