Gli Usa dissero no alla Siria che chiedeva aiuto contro Isis

obama 8 ago 2014 – Nel 2010 gli Stati Uniti avrebbero rifiutato la proposta della Siria di collaborare per fermare l’avanzata di gruppi di estremisti islamici come l’Isil (Stato islamico dell’Iraq e Levante, che poi ha cambiato nome in Stato Islamico, Is, o Stato islamico della Grande Siria, Isis). Lo rivelano i cablogrammi di WikiLeaks che citano un incontro avvenuto il 18 febbraio di quell’anno tra il capo dell’intelligence siriana, il generale Ali Mamlouk, il viceministro degli Esteri di Damasco, Faisal al-Miqdad, e una delegazione americana coordinata da Daniel Benjamin, in quel periodo coordinatore del controterrorismo per il dipartimento di Stato americano.

Iraq: Obama bombarda Isis che minaccia gli interessi USA, ma dice che lo fa per i cristiani

Nel cablogramma Ali Mamlouk sosteneva che la Siria “avrebbe dovuto avere un ruolo di leader” all’interno della cooperazione “perche’ abbiamo una grande conoscenza e una grande penetrazione all’interno di questi gruppi”. Il generale diceva anche che alcuni gruppi di estremisti si stavano spostando dalla Siria all’Iraq. Infine il capo dell’intelligence del governo del presidente siriano Bashar al Assad ha ricordato come le precedenti cooperazioni con la Cia “non sono state felici”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -