Falso allarme ebola su Facebook, denunciato torinese

facebook6 AGO – Con un’indagine difficile ma velocissima la polizia postale è arrivata all’autore del falso allarme lanciato su Facebook per tre casi di Ebola a Lampedusa.
L’uomo, un torinese di 44 anni, con precedenti di xenofobia, è stato denunciato. La polizia è inoltre riuscita a cancellare la falsa notizia da oltre 27 mila profili Fb che l’avevano condivisa, oltre alla macabra foto che l’accompagnava, raffigurante il viso di una persona sfigurato da piaghe, mentre il messaggio proseguiva: “Scienziati e medici temono epidemia globale”. QUESTA ULTIMA AFFERMAZIONE CORRISPONDE A VERITA’

Pur essendo contrari ai falsi, non possiamo fare a meno di notare la carenza assoluta di allarmi mancati invece da parte del governo per malattie reali (tubercolosi ad esempio)  con le quali  sono stati contagiati – è innegabile – poliziotti in servizio  e bambini nelle scuole. Governo e polizia postale dovrebbe avere la stessa sollecitudine nei casi contrari. E cioè lanciare allarmi velicissimi quando si tratta di mettere al sicuro la salute dei cittadini.

 

 

 



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -