Sicilia, immigrazione: 700 dipendenti per l’assistenza ai minori stranieri

minori

PALERMO, 5 AGO – I gestori delle 80 comunità alloggio e case famiglie per minori stranieri non accompagnati in Sicilia rischiano di chiudere. Da due anni non percepiscono finanziamenti pubblici e da qualche tempo non hanno nemmeno i soldi per pagare gli stipendi ai propri dipendenti (circa 700 persone tra medici, educatori, infermieri e inservienti) e per comprare generi di prima necessità per bambini e ragazzi che ospitano sono, sostengono, costretti a indebitarsi. A denunciarlo è l’associazione Cicam.

Eppure, sia nel 2013 che nel 2014 sono stati stanziati milioni di euro

Immigrati: Nel 2013 sbarcati 3.225 minori, stanziati 40 mln di euro

Nel 2013 i minori stranieri non accompagnati arrivati in Italia via mare sono stati 3.225. E proprio per dare una prima risposta al problema, spiega Guerra, ”nella legge di stabilità sono stati stanziati 40 milioni per garantire ai migranti con meno di 18 anni che arrivano nel nostro paese senza i genitori una accoglienza ordinata e possibili percorsi di inserimento

Nel 2014 ha spiegato il presidente dell’Anci, Piero Fassino, 70 milioni sono stati stanziati per i minori non accompagnati. Fassino ha poi spiegato che ”e’ stata risolta finalmente la vicenda dei minori non accompagnati, che da oggi verranno gestiti con il metodo Sprar e non in maniera separata

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -