Ucraina, truppe di Kiev attaccano Lugansk: 15 civili uccisi, 50mila famiglie senza luce

ucraina

 

31 lug.  – Tre civili, tra cui un ragazzo di 15 anni, sono stati uccisi e altri sette sono stati feriti a Lugansk, nell’est dell’Ucraina nelle ultime 24 ore a causa delle continue lotte tra forze governative e ribelli filorussi. Lo rende noto l’agenzia Interfax citando un comunicato online dell’amministrazione comunale.

“Le ambulanze hanno risposto a 84 chiamate nelle ultime 24 ore”, si legge nella nota. Dieci edifici residenziali e altre strutture sono state danneggiate a causa dei bombardamenti e gli attacchi hanno tagliato i fili della corrente elettrica per oltre 50mila famiglie in tutti i quartieri di Lugansk.

Come scrive la Voce della Russia  L’importazione di prodotti agricoli è interrotta a Lugansk. Nei mercati e nei negozi ora arriva solo il pane, hanno riferito al consiglio comunale.

Nella giornata di ieri il premier dell’autoproclamatasi Repubblica Popolare di Lugansk Marat Bashirov aveva dichiarato che si rischiava una catastrofe umanitaria: un terzo della città è senza elettricità, nell’impianto di imballaggio della macelleria locale non funzionano i frigoriferi, manca il latte e per produrre il pane vengono utilizzate le riserve di grano che erano state preparate per l’inverno.

Dal 28 luglio aveva smesso di funzionare l’impianto di filtraggio della riserva idrica di Aidar: l’acqua che arriva nelle case non è potabile. Secondo le previsioni, tra 10 giorni in città finiranno le riserve di acqua potabile.

Le truppe ucraine intanto  bombardano obiettivi civili, case, chiese, strutture sanitarie



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -