Sanita’: 7-8mila medici ‘fuori’ dal Ssn entro il 2016

medicina29 luglio – Emorragia di medici dal Servizio sanitario nazionale. Entro il 2016 potrebbero andare in pensione – per limiti d’età – dai 7 agli 8 mila medici. E’ questo infatti l’effetto della norma inserita nel testo di riforma della Pa – in discussione alla Camera – che permette alle amministrazioni di pensionare d’ufficio tutti i dipendenti che hanno raggiunto il massimo dei contributi previdenziali (42 anni e 6 mesi), e che abbiano – per quanto riguarda i medici – un’età anagrafica di almeno 65 anni. E’ quanto emerge da un’analisi condotta per l’Adnkronos Salute dall’Anaao Assomed.

“In base al conto annuale dello Stato 2012 – spiega il principale sindacato della dirigenza medica – i medici dipendenti del Ssn con un’età superiore a 65 anni erano 1.300, quelli con età tra 60 e 64 anni erano 13.000. Si può quindi ragionevolmente prospettare che nell’arco di tre anni (dal 2014 al 2016) la platea interessata sarà di circa 7.000-8.000 unità”.

E il futuro non sembra promettere nulla di buono. Secondo una recente indagine dell’Anaao giovani – che ha analizzato i dati forniti dalla Federazione degli Ordini dei medici, dall’Enpam, del ministero dell’Istruzione e dalla Ragioneria generale dello Stato sulle curve di pensionamento, fabbisogni specialistici e numero chiuso per l’accesso alle scuole di medicina e chirurgia – tra pensionamenti e numero sempre più esiguo di specializzandi, tra 10 anni mancheranno all’appello oltre 15.000 medici specialisti nel Ssn. adnk



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -