Latina, rotonda intitolata ad Almirante: ira di Pd e partigiani, revocarla

Giorgio_Almirante

 

27 luglio –  La furia ideologica comunista non smette mai di stupire. Polemica a Latina per la decisione della Provincia di intitolare una rotonda allo storico segretario del Msi Giorgio Almirante, morto nel 1988, nel centenario della nascita. Si trova all’incrocio principale di Borgo Sabotino, alle porte della città.

A sinistra si è scatenata l’indignazione massima: i politici si affrettano, soprattutto sui social network, a sottolineare lo sdegno per questa scelta. Duro il senatore Claudio Moscardelli: «Da revocare intitolazione a Giorgio Almirante, esponente del fascismo, di Salò e sostenitore delle leggi razziali».

Ex consigliere di Rifondazione Comunista: ‘Riaprite i campi di sterminio subito’

Al di fuori della politica, la voce più critica è quella dello scrittore Antonio Pennacchi, vincitore del Premio Strega con «Canale Mussolini»

«Se proprio si deve- strepita Pennacchi- sarebbe meglio scegliere un nome come Arturo Michelini, Pino Romualdi. Oppure Roberto Mieville, prigioniero militare in America, deputato, primo segretario giovanile del Msi originario di Ferrara e che morì a Latina mentre veniva per un comizio. E che dire di Valentino Orsolini Cencelli, padre della bonifica? Questi politici- sbotta Pennacchi – invece vanno a prendere Almirante per fare incazzare gli altri, per farsi dire di no. Questo perché Almirante non rappresentò un momento di pacificazione, ma era uno che divideva».



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -