“La guerra è guerra” e tutte le guerre sono uguali. Ma non sono uguali le vittime

manocchia04

 

27 luglio – Con l’obiettivo dichiarato del predominio del mondo, il terrorismo islamico crea conflitti e soprattutto fa migliaia e migliaia di morti ovunque: Siria, Iraq, Pakistan, Afghanistan, Nigeria, Sud Sudan, Somalia, Egitto, Libia…. Sommate, le vittime sono centinaia di migliaia e sono soprattutto conflitti contro i Cristiani. Cristiani sfruttati, sottomessi, vessati, violentati, perseguitati e uccisi dagli adepti della religione di pace, amore e tolleranza, tanto cara ai lobotomizzati di sinistra e ai simpatici buonisti della pseudo destra.

Ma tutto ciò, e soprattutto questi morti, non interessano a nessuno. Ciò che interessa ai suddetti di mezzo mondo è il conflitto in Ucraina dove, attraverso le piu’ subdole delle accuse, le più intolleranti delle provocazioni e ogni mezzo atto all’uopo, i guerrafondai USA e i criminali della Troika vogliono coinvolgerci in una quarta guerra mondiale (la terza è quella economica che stiamo subendo e che sta facendo più vittime delle altre due) contro la Russia di Putin.

Quello che interessa ai lobotomizzati sinistronzi e i buonisti destronzi del mondo intero è il conflitto tra Israele e i terroristi palestinesi. Un migliaio di morti palestinesi contano molto di più delle centinaia di migliaia di vittime Cristiane uccise dai terroristi islamici.

Armando Manocchia



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -