NoTav, notte di scontri: lanci di bombe carta, petardi e pneumatici incendiati

notavTorino, 25 lug. – Un’altra notte di scontri al cantiere della Tav: lanci di bombe carta, fuochi artificiali e pneumatici incendiati cui la polizia ha risposto con un fitto lancio di lacrimogeni. La calma e’ tornata solo dopo le 2 di notte.
Alla marcia di ieri sera, partita intorno alle 21.40 da Giaglione, hanno partecipato 250 attivisti No Tav, tra cui molti anarchici ed autonomi vestiti di nero e a volto coperto, buona parte dei quali provenienti da altre province e regioni

Un primo gruppo di attivisti moderati, 50 persone circa, e’ arrivato al ponte sul torrente Clarea urlando slogan, mentre gli antagonisti si muovevano sui sentieri alti in gruppi di 20-30 individui al fine di aggirare gli sbarramenti di polizia.
E’ quanto si legge in una nota della questura di Torino.
Gia’ nel corso del pomeriggio, in sede di bonifica, lungo quei sentieri era stato rinvenuto e rimosso per motivi di sicurezza un ponte artigianale in legno e filo di ferro, verosimilmente realizzato per oltrepassare il torrente Clarea anche al buio. Alle 23.50 un gruppo di anarchici ha incendiato alcuni pneumatici nella carreggiata autostradale all’imbocco della galleria di Giaglione, evento che ha reso necessario l’intervento della Polizia Stradale per la chiusura dell’A32, tra Susa e Oulx, in direzione di Bardonecchia e quello dei Vigili del fuoco per la messa in sicurezza della sede autostradale.

Alle 00.30 gruppi diversi di antagonisti hanno lanciato attacchi contestuali, con fitto lancio di bombe carta, petardi e artifizi pirotecnici, in direzione di due diversi settori del cantiere e nell’area archeologica. Un ulteriore attacco sull’autostrada e’ stato condotto da parte di un altro gruppo che, posizionatosi sulle canne della galleria Giaglione, ha lanciato bombe carta e sassi sul personale schierato a protezione del limitrofo varco autostradale di servizio, motivo per il quale si e’ resa necessaria la chiusura dell’A32 nel tratto tra Oulx e Susa anche in direzione di Torino attraverso l’immediato intervento della Polizia Stradale.
Nel corso di quest’ultima azione, un sostituto commissario della polizia di Stato ha riportato ustioni ad una caviglia perche’ colpito di striscio da una bomba carta. Tutti gli attacchi sono stati immediatamente respinti con il lancio di lacrimogeni da parte della forza pubblica schierata preventivamente all’esterno, a protezione del sito di interesse strategico nazionale e dell’area di rispetto definita da ordinanza prefettizia, rimasti inviolati, nonche’ dell’autostrada A32. Le operazioni di bonifica dell’autostrada sono state completate alle ore 3.30, con la riapertura di tutte le carreggiate. L’attivita’ di scavo all’interno del tunnel e’ regolarmente in atto. Attive indagini in corso al fine di identificare gli autori delle azioni illecite. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -