Roma, via Frattina: tornano i polacchi che tentarono lo stupro di un commessa

24 luglio – Dopo soli 7 mesi , impuniti e sfacciati, con violino, clarinetto e contrabasso, sono tornati a suonare tra le boutique di via Frattina.
Come se nulla fosse accaduto. Come se sette mesi fa non avessero tentato di stuprare, proprio in quella strada, una ragazza di 24 anni che ancora oggi lavora in uno dei negozi della zona.

polacchi_musicisti

La banda dei quattro cantanti e musicisti di strada polacchi che a gennaio aggredì e molestò una commessa di via Frattina, da qualche giorno è tornata a esibirsi dietro piazza di Spagna. I commercianti della zona hanno più volte chiamato i carabinieri, chiedendo di allontanare immediatamente i quattro uomini, due dei quali ora sono indagati per tentata violenza e oggi, una volta usciti dal carcere preventivo, hanno solo l’obbligo di firma in una caserma di Lavinio. Liberi di tornare a Roma quando vogliono, anche davanti al negozio dove la donna che hanno tormentato per avere rapporti sessuali si reca tutte le mattine.

Era il 9 gennaio scorso quando una ragazza di 24 anni, impiegata in una bottega di via Frattina, venne accerchiata da quattro polacchi, ubriachi e forse anche sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, mentre stava passeggiando per prendere la metro e tornare a casa. Dopo averla spinta contro il muro di un palazzo all’incrocio con via Bocca di Leone, la gang ha provato a toglierle i pantaloni. Tre dei suoi aggressori sono stati arrestati dagli agenti della polizia municipale dopo un rocambolesco inseguimento, il quarto uomo in un primo momento era riuscito a fuggire, ferendo anche una vigilessa, ma è stato identificato poco dopo. […]

messaggero   Lorenzo De Cicco



   

 

 

1 Commento per “Roma, via Frattina: tornano i polacchi che tentarono lo stupro di un commessa”

  1. Come non vergognarsi per come l’Italia non difende i propri cittadini? Sicuramente a tutta la casta che gestisce l’Italia (Politici, magistrati, grandi managers) non capita certo di venire in contatto con sta gentaglia invece la povera vittima finirà lei per dover rinunciare al lavoro pur di non incontrarli più.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -