Venezia 71: due film italiani in concorso alle Giornate degli Autori

Luigi Lo Cascio ed Alessandro Gassmann in una scena del film I nostri ragazzi

Luigi Lo Cascio ed Alessandro Gassmann in una scena del film I nostri ragazzi

Fra i 14 film della selezione ufficiale della 11° edizione delle Giornate degli Autori, una fra le manifestazioni collaterali della Mostra internazionale di Arte cinematografica di Venezia che si svolgerà al Lido da mercoledì 27 agosto a sabato 6 settembre 2014, ci saranno anche due film italiani.

Si tratta de I nostri ragazzi-The dinner, di Ivano de Matteo, interpretato da Barbora Bobulova, Alessandro Gassmann, Luigi Lo Cascio e Giovanna Mezzogiorno, e di Patria, di Felice Farina, con Roberto Citran e Francesco Pannofino.
Il nuovo film del regista de Gli equilibristi (presentato alla Mostra nel 2012, nella sezione “Orizzonti”) è liberamente ispirato al libro La cena di Herman Koch. Due fratelli, opposti nel carattere come nelle scelte di vita, uno avvocato di grido, l´altro pediatra impegnato e le loro rispettive mogli perennemente ostili l’una all’altra, s’incontrano da anni, una volta al mese, in un ristorante di lusso. Fino a quando, una sera, una bravata dei rispettivi figli manda in frantumi l´equilibrio delle due famiglie.
Tratto da un libro, Patria di Enrico Deaglio, è anche il film del regista romano. Un operaio, un sindacalista e un impiegato, arroccati in cima a una torre mentre la loro fabbrica si prepara a chiudere per la crisi economica, raccontano e rivivono i passaggi della vita italiana sul filo di trenta anni di emozioni e drammi, dal delitto Moro a oggi. Dall’alto e da lontano guardano un paese che non riescono più a interpretare. Non un film sulla memoria, non un instant movie sulla crisi, ma il flusso di coscienza di una generazione.

All’insegna del cinema di casa nostra saranno anche tre fra gli “Eventi speciali” del cartellone della manifestazione.
Per festeggiare il novantesimo anniversario della fondazione dell’Istituto Luce, nove registi (Marco Bonfanti, Claudio Giovannesi, Alina Marazzi, Pietro Marcello e Sara Fgaier, Giovanni Piperno, Costanza Quatriglio, Paola Randi, Alice Rohrwacher e Roland Sejko) sono stati invitati a realizzare un piccolo film, utilizzando ciascuno dieci minuti di immagini tratte dall’Archivio, scelte fra le migliaia di ore di girati che esso contiene. Il risultato è 9×10 novanta.
A metà fra un documentario e un musical è The show mas go on dell’artista romana Rä di Martino, interpretato da Sandra Ceccarelli, Iaia Forte, Maya Sansa e Filippo Timi. Dedicato ai Magazzini allo Statuto della capitale, inaugurati come grandi magazzini di lusso a due passi dal Colosseo negli Anni Trenta, e che adesso rischiano di chiudere, il progetto è stato reso possibile grazie al crowdfunding e alla partecipazione degli attori a titolo gratuito.
Artisti sono anche i milanesi Masbedo (nome d’arte di Nicolò Massazza e Iacopo Bedogni), che portano sul grande schermo The Lack, un soggetto di Mitra Divshali e di Beatrice Bulgari, presidente dell’associazione “Amici del MACRO”, il Museo di arte contemporanea di Roma.

Da segnalare la presenza, in concorso, del documentario Messi di Alex De la Iglesia, dedicato al capitano della nazionale argentina, e del già annunciato film di apertura One on one di Kim Ki-duk.

 

Luca Balduzzi

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -