Nigeria: nuovo assato di Boko Haram, oltre 100 morti nel Nordest

Boko Haram vuole imporre uno stato islamico in Nigeria, anche se metà della popolazione del paese, che conta 170 milioni di persone, è cristiana.

boko

20 luglio – Un portavoce della  protezione civile ha detto che ieri, sabato 19 luglio,  gli estremisti di Boko Haram hanno ucciso più di 100 persone e issato la loro bandiera in bianco e nero su una città lasciata sguarnita dai militari della Nigeria, a soli 85 km (53 miglia) dalla capitale nord-orientale dello stato di Maiduguri.

Abbas Gava, portavoce dei vigilantes, ha dichiarato che centinaia di abitanti del villaggio in un’altra zona nord-est, Askira Uba, sono fuggiti dopo aver ricevuto lettere da parte degli estremisti islamici che minacciavano di attaccare e prendere in consegna le loro aree. “Gli abitanti di Nove grandi villaggi sono in fuga”, ha detto.

I sopravvissuti alla strage di sabato hanno raccontato che i ribelli hanno sparato granate e lanciato bombe artigianali nelle case, e poi hanno freddato le persone mentre cercavano di sfuggire alle fiamme in un attacco sulla città di Damboa, lanciato prima dell’alba Venerdì. La maggior parte della città è bruciata, hanno detto.

boko2

Un difensore dei diritti umani ha detto che gli estremisti hanno colpito di nuovo mentre le persone stavano cercando di seppellire i corpi delle persone uccise venerdì e ha detto che il bilancio delle vittime è probabilmente molto superiore a 100. Ha parlato a condizione di mantenere l’anonimato perché non è autorizzato a parlare con i giornalisti.

L’unica difesa è venuto da vigilantes armati di bastoni e fucili in casa, ha detto Gava.

La città era sotto assedio di Boko Haram da due settimane e c’è stato uno scontro con i soldati. Il ministero della Difesa ha affermato di aver respinto l’attacco e di aver ucciso almeno 50 insorti con la perdita di sei soldati, tra cui il comandante. Ma la gente del posto ha detto che molti soldati sono stati uccisi e l’esercito era guidato dalla base. Hanno detto che gli estremisti, per ben due volte, hanno teso un agguato ai convogli militari che cercavano di raggiungere la base la scorsa settimana.

I militanti avevano tagliato l’accesso alla città da sud il Lunedi, quando hanno fatto esplodere un ponte più a sud. Damboa è sulla strada principale a sud di Maiduguri, la capitale dello stato di Borno, e è  un crocevia strategico per gli agricoltori che devono portare i loro prodotti sul mercato.

Centinaia di migliaia di contadini sono stati cacciati dalle loro terre e funzionari sono stati  avvertiti che il cibo comincia a scarseggiare. La rivolta islamica si sta diffondendo rapidamente nella nazione più popolosa dell’Africa, che è il più grande produttore di petrolio.

Gli insorti hanno aumentato il numero e la letalità degli attacchi di quest’anno, in particolare nella loro roccaforte nel nord-est, ma hanno anche fatto esplodere bombe in luoghi lontani come a Lagos, la capitale commerciale nel sud-ovest. Human Rights Watch ha pubblicato un rapporto questa settimana, che ha detto che la guerriglia ha ucciso almeno 2.053 civili in circa 95 attacchi durante la prima metà del 2014.

Boko Haram vuole imporre uno stato islamico in Nigeria, anche se metà della popolazione del paese, che conta 170 milioni di abitanti, è cristiano.

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -