Avvocato di Galan contro il cinismo della Boldrini: ha diritto alla difesa

boldriniVENEZIA 19 LUG – “Fra sei giorni la Camera voterà comunque pur sussistendo le medesime ‘ragioni umanitarie’ che hanno indotto la conferenza dei Capigruppo a concedere il rinvio del voto. Mi pare francamente una manifestazione di pura ipocrisia, anche perché tutti sanno, compresa Lei, che prima di 40 giorni l’onorevole Galan non potrà deambulare”.

Boldrini e M5S hanno fretta di vedere Galan agli arresti

E’ un passaggio della lunga lettera che uno dei legali di Gianfranco Galan, Antonio Franchini, ha inviato al presidente della Camera, Laura Boldrini.

Pazienza se Giancarlo Galanscrive libero – è in un letto d’ospedale, immobile, rischia un infarto o un’embolia. La presidentessa dal pugno di ferro vuole che si voti subito per l’arresto dell’ex governatore del Veneto coinvolto nella vicenda Mose, senza concedergli il diritto di difendersi in Aula. Quando  si è deciso per un rinvio (il voto è slittato al 22 luglio), Laura Boldrini ha auspicato che fosse un rinvio stabilito «in maniera ultimativa e indifferibile». Pazienza se intanto il “collega” è incollato a un letto d’ospedale, a lottare contro una grave tromboflebite, e non ha certamente alcuna intenzione o possibilità di darsi la macchia. La sete di manette è troppa. Bisogna agire e alla svelta.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -