Boldrini e M5S hanno fretta di vedere Galan agli arresti

pci16 lug. – Slitta a martedi’ prossimo il voto in Aula alla Camera sulla richiesta di arresto per Giancarlo Galan. Cosi’ ha deciso la Capigruppo di Montecitorio, che ha dunque accettato la richiesta di rinvio, per motivi di salute, avanzata dal deputato FI.

Il voto sulla richiesta di arresto per Giancarlo Galan si terra’, dunque, in aula alla Camera martedi’ 22 luglio, alle ore 11. In Conferenza dei capigruppo e’ stato Renato Brunetta (FI) a chiedere il rinvio per motivi di salute di Galan. Gli unici a dichiararsi contrari al rinvio sono stati i 5 Stelle perche’, come ha spiegato la capogruppo M5S Paola Carinelli, “niente esclude che la prossima settimana chiedano un altro rinvio”.

La presidente della Camera, Laura Boldrini, ha espresso dubbi sul nuovo rinvio del voto sulla richiesta di arresto per Giancarlo Galan e, secondo quanto si apprende, nel corso della Conferenza dei capigruppo ha lanciato un monito su “un ulteriore rinvio che, in questo quadro clinico, sarebbe sine die”.

Secondo quanto viene riferito, Boldrini ha preso atto dell’orientamento della grande maggioranza dei gruppi emerso nella capigruppo di oggi anche se ha tenuto a sottolineare di nutrire dei dubbi sul fatto che il rinvio a martedi’ prossimo possa servire ad assicurare la presenza di Galan, considerando le sue condizioni di salute.
Quindi, ha concluso Boldrini, “va bene concedere qualche giorno in piu’, ma in maniera ultimativa e non ulteriormente differibile”. agi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -