Rai, Boldrini: i cittadini che pagano il canone siano considerati azionisti

boldrini15 LUGLIO – Nel dibattito in corso sulla riforma della Rai, su cui è stata annunciata una consultazione pubblica nei prossimi mesi, le forze politiche devono fare un passo indietro e i cittadini che pagano il canone devono essere considerati azionisti di fatto.

Questa l’indicazione arrivata dal presidente della Camera, Laura Boldrini, nel suo discorso in occasione della relazione annuale dell’Autorità di garanzia per le comunicazioni. “La discussione pubblica e i suoi contenuti – ha detto la Boldrini – è un’occasione di straordinaria importanza per capire quello che i cittadini vogliono e quello che allo sviluppo della nostra società può venire da un servizio pubblico profondamente riformato”.

“Mi auguro – ha aggiunto il presidente della Camera – che la consultazione annunciata per i prossimi mesi sappia coinvolgere, come è giusto, coloro che operano nel settore ma ricordando che tutti coloro che pagano il canone meritano di essere considerati azionisti di fatto. E spero che le forze politiche sappiano partecipare al dibattito sulla nuova Rai facendo un passo indietro, senza interferire (difatti a interferire ci pensa direttamente la presidenta, ndr) e liberandosi dal radicato vizio di chiedersi ‘al mio partito cosa tocca?’, ma guardino a un orizzonte più ambizioso: come il servizio pubblico può contribuire a darci un paese più moderno, aperto, inclusivo, curioso, che rifiuti gli stereotipi capace di alzare lo sguardo oltre il cortile di casa“. TMNEWS

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -