75enne uccise il genero per difendere la figlia: condannato a sei anni

giustizia12 luglio – Uccise il compagno della figlia per difenderla. Condanna definitiva a 6 anni, 2 mesi e 20 giorni di reclusione per il 75enne di Toritto Lorenzo Nicoletti I Carabinieri della Compagnia di Modugno hanno notificato all’uomo il provvedimento di esecuzione della pena emessa dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello di Bari.

I fatti risalgono al 22 settembre 2011. Esasperato per le violenze e i soprusi ai danni della figlia, nel corso dell’ennesimo litigio con il convivente della donna, l’anziano lo uccise colpendolo con due colpi di fucile all’addome. La vittima, il 37enne Nicola Saulle, ex tossicodipendente e alcolizzato, aveva picchiato ancora una volta la compagna, figlia di Nicoletti e, minacciando di dare fuoco all’auto della donna, aveva provocato la reazione dell’anziano padre. I carabinieri arrestarono l’uomo in flagranza.

Da quel giorno Lorenzo Nicoletti è  agli arresti domiciliari. In primo grado, con rito abbreviato, era stato condannato a sei anni e otto mesi di reclusione per omicidio volontario con l’attenuante della provocazione. Il gup aveva escluso, infatti, la contestata aggravante dei futili motivi (la Procura aveva chiesto una condanna a 30 anni). In secondo grado la pena è stato ulteriormente ridotta e ora passata in giudicato. Il 75enne si trova nel carcere di Bari dove dovrà scontare la condanna. messaggero

Condividi l'articolo

 



   

2 Commenti per “75enne uccise il genero per difendere la figlia: condannato a sei anni”

  1. **massacra un 40enne per rubargli la bici marocchino liberato dopo poche ore** al 75enne la galera (invece della medaglia, ha liberato la figlia da un drogato violento, un essere inutile un rifiuto umano) al marocchino la libertà.. W l’Italia!

  2. Se fosse stato un migrante o un Rom sarebbe libero.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -