Draghi: “Rispettare le regole fiscali comunitarie e il Fiscal Compact”

draghi-padoa-schioppa

 

10 lug. – Gli stati dell’Eurozona devono rispettare le regole fiscali comunitarie ed estendere la loro cooperazione nelle riforme strutturali, creando una vera e propria ‘governance europea’. Lo ha dichiarato il presidente della Bce, Mario Draghi, durante un discorso a Londra, aggiungendo che i paesi dell’Eurozona “devono imparare a governare insieme”.

I paesi dell’Eurozona devono rispettare il Fiscal Compact, le cui regole e’ “essenziale rafforzare”, ha sottolineato Draghi.
“La crisi non sarebbe stata cosi’ grande se avessimo avuto piu’ integrazione”, ha spiegato il presidente della Bce. Draghi ha poi aggiunto: “L’integrazione risiede su tecnologie e sistemi di trasporto”, ma anche su “politiche comuni”.

Grazie al mercato unico, poi, “l’integrazione e’ aumentata, ma il mercato unico non e’ sufficiente per la coesione“, ha continuato Draghi parlando della necessita’ che ogni paese cammini sulle proprie gambe “per poter usufruire a pieno dei benefici” di una unione economica. Le riforme strutturali sono “altrettanto importanti della governance fiscale”. E “la coesione produce crescita e lavoro”.
Queste le conclusioni di Draghi, secondo il quale “serve un nuovo processo di convergenza”, in cui tutti i paesi abbiano “beneficio” e non arrechino “danni” agli altri. Organizzata dalla International financial reporting standards, che ha sede proprio nella capitale britannica, la conferenza e’ stata un modo per ricordare la figura di Padoa Schioppa, (Riforme strutturali, ovvero: eliminare tutto ciò che attutisce “la durezza del vivere”) fra le altre cariche anche ministro dell’Economia e delle finanze nel governo Prodi nel 2006 e venuto a mancare nel dicembre del 2010. Durante la conferenza, piu’ volte la sua morte e’ stata definita prematura, anche da Draghi, la cui attivita’ deve molto all’eredita’ di Padoa-Schioppa. L’economista fece infatti parte del Comitato Delors, che disegno’ la strada per la creazione della moneta unica. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -