UE, Ecofin ci vuole morti. “L’Italia deve fare sforzi aggiuntivi”

euro18 lug. – L’Ecofin conferma le raccomandazioni per l’Italia gia’ approvate dal Consiglio europeo di fine giugno su proposta della Commissione europea e ribadisce quindi che “sono necessari sforzi aggiuntivi, anche nel 2014, per rispettare le richieste del patto di stabilita’ e (ovviamente senza nessuna) crescita”.

E’ quanto si legge nelle raccomandazioni specifiche per paese a cui il Consiglio dei ministri economici e finanziari Ue ha dato oggi il suo via libera .

“Nessuna spesa puo’ essere esclusa dal calcolo del deficit“: lo ha detto il vicepresidente della Commissione europea Siim Kallas al termine dell’Ecofin, commentando le dichiarazioni del presidente del Consiglio Matteo Renzi sugli investimenti nell’agenda digitale. “Non esistono spese buone o spese cattive“, ha aggiunto .

Condividi l'articolo

 



   

2 Commenti per “UE, Ecofin ci vuole morti. “L’Italia deve fare sforzi aggiuntivi””

  1. INFATTI SONO TUTTE CATTIVE…………….

  2. Ah quelli dell’ecofin, gli sforzi si fanno in bagno !

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -