2,1 mln di pensionati italiani percepiscono meno di 500 euro al mese

pensions8 lug. – Il 43% dei pensionati italiani, pari a 6,8 milioni, riceve meno di 1.000 euro lordi. Lo rivela il Rapporto annuale dell’Inps, secondo cui 2,1 milioni (13,4%) percepisce meno di 500 euro. Il reddito pensionistico medio (la somma di tutti i redditi da pensione, sia di natura previdenziale che assistenziale) ammonta al 31 dicembre 2013 a 1.297 euro lordi mensili.

Il Commissario straordinario dell’Inps, Vittorio Conti, presentando la relazione annuale dell’istituto alla Camera, ha riferito che nel 2013, dei 14,3 milioni di pensionati Inps (cifra al netto dei beneficiari di pensioni assistenziali), 5 milioni hanno percepito una rendita media di 702 euro lordi mensili ed altri 1,2 milioni di soli 294 euro. Le ultime evidenze – ha spiegato – “non sono soltanto il portato della crisi che stiamo attraversando, ma anche un’eredita’ del passato. Si tratta infatti di pensioni prevalentemente originate dal vecchio sistema retributivo, il cui esiguo importo e’ riconducibile in larga misura a carriere lavorative complessivamente troppo brevi e discontinue”.

Conti ne deduce che “la crisi e le sue mutazioni nel tempo stanno approfondendo ed esasperando problematiche sociali latenti con l’aggiunta di nuovi soggetti deboli: milioni di disoccupati e inoccupati giovani e meno giovani, famiglie prive di reddito stabile a rischio poverta’ ed esclusione sociale“.

Le pensioni di anzianita’/anticipate liquidate calano del 32% tra i dipendenti privati nel 2013, rileva ancora il Rapporto dell’Inps, secondo cui gli assegni di vecchiaia registrano un decremento del 57% rispetto al 2012. Al contrario, tra i lavoratori autonomi vi sono incrementi del 23,7% per le pensioni di anzianita’ e del 12,1% per quelle di vecchiaia. Tra i dipendenti pubblici il calo e’ ancora piu’ consistente: le pensioni di anzianita’/anticipate e di vecchiaia diminuiscono rispettivamente del 49% e del 50%. Delle pensioni liquidate nel corso del 2013 (89.290) sono per il 51% pensioni di vecchiaia e anzianita’/anticipate (45.837). (AGI) .

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -