Riforma elettorale, Di Maio (M5S): impegni scritti ridicoli, no condannati in parlamento

dimaio7 lug. – Un duro botta e risposta tra grillini e democratici sull’Italicum ha portato al naufragio del dialogo tra M5s e Pd. A Renzi, che chiedeva un documneto scritto sui dieci punti proposti dai democratici, i pentastellati hanno risposto con una intervista di Luigi Di Maio ritenuta pero’ insufficente, tanto da spingere i grillini a disdire l’incontro fissato per oggi alle 15.

“Quando ho sentito Guerini, ed e’ una questione di serieta’, abbiamo fissato ora, data e luogo” aveva detto Di Maio, ma alle richieste del Pd aveva obiettato: “stiamo rasentando il ridicolo. Ho gia’ risposto con un’intervista al Corriere della Sera, il documento scritto non e’ un metodo per ottenere una legge elettorale degna di questo nome“.

“La nostra piu’ grande apertura e’ l’inizio di questo tavolo di confronto. Abbiamo dimostrato una buona volonta’ per discutere e pianificare un percorso. Poi, nei singoli punti il dibattito diventa un po’ noioso. La legge elettorale non e’ il problema dell’Italia ma e’ importante. Noi ci teniamo molto alle preferenze, loro ci tengono ad altri punti, speriamo in un punto d’incontro”. Di Maio ha confermato anche che “siamo pronti a cancellare l’idea delle ‘preferenze negative’, pero’ facciamo una legge per cui i condannati in via definitiva, a parte quelli per reati di opinione, in Parlamento non entrano piu‘”. Sui tempi per avere la nuova legge elettorale Di Maio ha detto che “Renzi la vorrebbe portare a casa in autunno ma i tempi stanno gia’ slittando. Noi ci siamo dati, dopo un’eventuale intesa col Pd, 100 giorni incluso agosto”.

A dare l’annuncio del forfait era stata Alessandra Moretti: “Per quanto ne so io, l’incontro oggi non si tiene. Io sto per partire per Bruxelles” avvea detto, “Per sedersi intorno ad un tavolo bisogna ragionare in maniera approfondita. Serve un documento, non basta un’intervista”, in ogni caso, l’importante e’ che si sia aperto un dialogo costruttivo”. Il capogruppo Pd alla Camera, Roberto Speranza, ha confermato che l’incontro si terra’ “solo dopo che saranno pervenute formali risposte alle questioni indicate nei giorni scorsi dal Partito Democratico”.
(AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -