Sbarcano a Salerno 1044 migranti, 85 affetti da scabbia

scabbia1 luglio – La nave rifornitrice Etna della Marina Militare italiana è  attraccata nel porto di Salerno con 1044 migranti.

85 affetti di loro affetti da scabbia. I primi a sbarcare dalla nave Etna sono stati 85 immigrati affetti da scabbia. Le 85 persone, molte delle quali con mascherine e tute protettive, sono state fatte salire su alcuni pullman per essere trasferiti nelle strutture sanitarie regionali dove saranno curate.

I migranti saranno sottoposti prima a una fase di riconoscimento, successivamente a controlli sanitari per poi raggiungere a bordo di pullman le località di destinazione che si trovano nelle cinque province campane, nel Lazio, in Umbria e in Molise. Nel Salernitano dovrebbero rimanere almeno 250 migranti che saranno portati nei centri di accoglienza a Sud del capoluogo. Sono nove le postazioni dove i migranti dovranno lasciare le proprie generalità.

Sul peschereccio, durante la traversata, ci sarebbero stati momenti di forte tensione tra centro africani e siriani. I primi contrasti sul motopesca sarebbero nati perché all’inizio del viaggio il ‘timoniere’ avrebbe sbagliato rotta e successivamente perché, secondo i racconti di alcuni testimoni, dei cittadini del centro Africa avrebbero fatto delle ‘avance’ non gradite a donne siriane.



   

 

 

1 Commento per “Sbarcano a Salerno 1044 migranti, 85 affetti da scabbia”

  1. Ci stanno portando la morte, e i nostri politici sono i complici.

    Bisognrebbe che tutti e dico tutti i cittadini facessero un lungo cordone per non far approdare navi carichi di clandestini infetti.

    Eè ora di dire basta!!!

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -