“La cristiana Meriam a morte è atto barbarico”. Cameron telefona a Khartum

sudan-meriam

Il marito di Meriam Daniel Wani, che è sulla sedia a rotelle, con la piccola Maya

31 mag. – Il premier britannico, David Cameron, ha telefonato al governo sudanese per chiedere che venga revocata la “barbarica” sentenza decisa da un tribunale di Khartum (Sudan) per Meriam, la donna cristiana condannata a morte per non aver voluto abiurare la fede cristiana. Lo scrive la stampa britannica.

Meriam Ibrahim – che da mesi ha con se’ in carcere il figlio di 20 mesi, Martin – martedi’ scorso ha partorito in catene all’interno della prigione una bimba, Maya. Il suo caso ha provocato un’ondata di indignazione in Italia, ma anche nel mondo. In Gran Bretagna, il leader liberaldemocratico, Nick Clegg, e quello laburista, Ed Miliband, sono gia’ scesi in campo contro la condanna a morte.

Adesso Cameron ha detto che la condanna a morte della giovane donna “non puo’ aver alcun posto nel mondo di oggi” e ha promesso che la Gran Bretagna continuera’ a fare pressione sul governo sudanese. “La liberta’ di religione e’ un diritto umano fondamentale, assoluto: chiedo al governo del Sudan di revocare immediatamente la condanna e fornire immediato e adeguato sostegno e assistenza medica a lei e ai suoi bambini”. agi



   

 

 

1 Commento per ““La cristiana Meriam a morte è atto barbarico”. Cameron telefona a Khartum”

  1. Altrimenti Cameron che fai?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -