Francia: nei conti pubblici un buco di oltre 14 miliardi di euro

hollande

28 magg – Dopo la batosta elettorale il governo francese riceve un’altra tegola in testa, stavolta sul bilancio dopo che la Corte dei Conti ha puntato il dito su un buco da oltre 14 miliardi di euro sui conti del 2013. In un rapporto pubblicato oggi la magistratura contabile transalpina ha messo in rilievo la voragine che si è creata tra l’aumento di gettito fiscale previsto dall’esecutivo, pari a circa 30 miliardi di euro, e quello effettivamente incassato che è risultato pari a poco più della metà del previsto: solo 15,6 miliardi.

La Corte dei Conti quindi solleva dubbi sulla “sincerità” dei piani di bilancio, spiegando che questa marcata divergenza è imputabile sì a una crescita economica più debole del previsto ma anche ai metodi di calcolo scelti dal governo che fa capo al presidente Francois Hollande.

Intanto, un ente indipendente di vigilanza ha invitato il governo a correggere la dinamica del deficit strutturale di bilancio, che supera le attese. Il tutto ha spinto il portavoce del governo, Stéphane Le Foll, ad assicurare che il mancato gettito 2013 non comprometterà i tagli di tasse annunciati dal premier Manuel Valls sul 2014. tmnews



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -