Gabonese ucciso in strada a Torino, fermati 3 albanesi

arrestato428 mag. – E’ ancora in fuga il killer che materialmente ha esploso i colpi di pistola che hanno ucciso Moussa Seck, 24 anni, il pusher freddato nella notte del 17 maggio per strada in via Ormea, a Torino. Le tre persone di nazionalita’ albanese arrestate dalla polizia sono i complici che erano con lui la notte dell’agguato, uno dei quali alla guida dell’auto su cui viaggiava il killer e su cui e’ fuggito, come ripreso da alcune videocamere presenti nella via e grazie alle quali e’ stato possibile risalire all’identificazione dell’autista, pregiudicato.

Secondo quanto ricostruito, gli spari sono stati preceduti da una lite tra alcuni pusher (tra cui la vittima) e un gruppo di persone coinvolte nello sfruttamento della prostituzione. Sembrava che il diverbio fosse terminato quando il gruppo di pusher avrebbe lanciato degli oggetti contro le auto della banda che stava ripartendo, scatenando cosi’ la furia del killer che e’ nuovamente sceso dalla vettura con la pistola in mano e ha freddato il giovane gabonese. La squadra mobile sta dando la caccia a lui e ad altre 3 persone che facevano parte del commando, tutti gia’ identificati. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -