Somalia: milizie islamiche attaccano il parlamento, morti e feriti

al-shebab

 

24 magg – Diverse persone, tra cui almeno quattro miliziani, sono morte nell’assalto dato dalle milizie islamiche Shabab, gruppo estremista islamico legato ad Al Qaida, al Parlamento somalo a Mogadiscio. Sono almeno nove le persone rimaste uccise nell’attacco sferrato stamani a Mogadiscio dai miliziani islamisti di al-Shabaab contro il Parlamento somalo. Altre 16 persone, in gran parte civili, sono rimaste ferite.

Secondo quanto riferito dalla polizia, l’attacco è iniziato con la deflagrazione di un’autobomba contro le barriere di protezione, seguita da una violenta sparatoria. Gli agenti hanno ucciso cinque assalitori che tentavano di entrare nell’edificio del Parlamento mentre era in corso una riunione. Quattro agenti di sicurezza somali sono rimasti uccisi.

I circa 140 parlamentari presenti all’interno dell’edificio sono stati fatti evacuare dalle forze di sicurezza somale e dalle truppe dell’Unione africana a guardia dell’edificio. A darne notizia alcuni testimoni oculari e fonti della polizia.

Rivendicazione dai ribelli di Shebab – I ribelli di Shebab hanno rivendicato l’attacco – gli scontri sarebbero ancora in corso – affermando, attraverso il loro portavoce militare Abdulaziz Abu Musab, che “il sedicente parlamento somalo è una zona militare. I nostri combattenti vi stanno conducendo un’operazione santa. Diffonderemo un rapporto completo al termine dell’operazione”. tiscali



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -