Merkel: ‘NO’ alla condivisione del debito, no alla solidarietà incondizionata

merkelBERLINO, 24 MAG – Un voto per la pace e un rinnovato ‘no’ alla condivisione del debito: in una manifestazione elettorale a Worms, la cancelliera tedesca Angela Merkel ha ribadito la sua contrarietà agli aiuti incondizionati. “Noi siamo solidali, noi aiutiamo, ma chiediamo anche a quelli che hanno bisogno di aiuto che facciano i loro compiti a casa“, ha detto la leader cristianodemocratica. Merkel ha poi chiuso la campagna per le europee con un appello alla soluzione pacifica del conflitto in Ucraina.

Dov’era la Merkel il 24 agosto del 1953? Ce lo racconta .augustaonline

Nel 1953, il 24 agosto, fu firmato un accordo sui debiti tedeschi decisamente magnanino per la Germania. Dopo la caduta del muro di Berlino , nel 1990 alla ricca Germania furono cancellati, altrettanto magnanimamente, ulteriori debiti (anche da parte degli stati sovrani di Grecia e Italia, e da nazioni povere del continente) per consentire alla Germania di gestire la riunificazione nazionale senza rischiare il default. Sappiamo bene come la Germania ha restituito il favore.

La storia racconta che la Germania, che adesso fa tanto la moralizzatrice con gli altri Paesi europei in difficoltà, è andata in default due volte in un secolo e le sono stati condonati i debiti di due guerre mondiali per consentirle di riprendersi. […]

Dov’era la Merkel quando l’Italia e la Grecia in testa, con la loro firma, ha permesso il dimezzamento delle somme dovute per i disastri provocati con la prima e la seconda guerra mondiale? La Grecia nel 1953 era molto povera, aveva un grande bisogno di quei soldi, e ne aveva sicuramente diritto, perché aggredita dalla Germania.
La signora Mekel ha fatto di tutto per mandare la troika in Grecia mettendo in ginocchio una nazione. Stessa cosa tenta di fare con l’Italia con i discorsi della correttezza economica e l’inflessibilità germanica, scordando che in passato il Bel Paese gli ha teso la mano e consentito di risorgere. Perché in Italia tutti i politici continuano a litigare tra loro, invece di mandare a dire alla signora e al suo popolo di iniziare ad andare a …..?



   

 

 

2 Commenti per “Merkel: ‘NO’ alla condivisione del debito, no alla solidarietà incondizionata”

  1. Non so vi, ma per me questa é una dichiarazione di guerra della germania a tutte le nazioni europee e se la germania vuole la guerra, guerra sia!

    Meglio morire con onore armi in mano, che per fame.

  2. Ecco il volto della Merkel !

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -