USA: in Tennessee torna l’orrore della sedia elettrica. Il Wyoming pensa alla fucilazione

sediaelettrica23 magg – Di fronte alle sempre crescenti difficoltà nel ricorso all’iniezione letale, il Tennessee ha approvato una legge che rimette in funzione la sedia elettrica. E non è l’unico stato americano a rivolgersi a metodi di esecuzione più cruenti, e da tempo abbandonati per quella che veniva presentata come la più asettica iniezione letale: in Wyoming si sta preparando un progetto di legge per reintrodurre la fucilazione.

Usa: Mancano iniezioni letali, torna la sedia elettrica in Virginia

La legge firmata la notte scorsa del governatore Bill Haslam prevede il ricorso alla sedia elettrica nel caso non fossero disponibili i farmaci utilizzati per l’iniezione letale. Il Tennessee diventa così il primo stato ad imporre l’uso della sedia elettrica senza dare la scelta al detenuto. Nel 2007, per esempio, un veterano della Guerra del Golfo, condannato per aver ucciso i suoi tre figli, scelse di morire sulla sedia elettrica. Altri stati permettono di scegliere, come la Virginia – dove hanno scelto la sedia elettrica tre degli ultimi sei condannati dallo Stato – che nei mesi scorsi ha discusso una legge simile a quella approvata dal Tennessee per rendere obbligatorio, in caso di necessità, l’uso della sedia elettrica. Anche contro la volontà del condannato.

La discussione e l’approvazione di leggi simili è la misura delle enormi difficoltà che i 32 stati che applicano la pena capitale incontrano nel far funzionare il sistema delle esecuzioni con le iniezioni letali che – grazie al boicottaggio europeo delle case farmaceutiche – deve fare i conti ormai da due anni con la mancanza dei farmaci usati per il famigerato “three drug cocktail”, composto da un sedativo, un paralizzante ed un farmaco letale. tiscali

Ennesima esecuzione choc in Usa, condannato muore d’infarto tra urla atroci

Esecuzione choc in Usa, condannato a morte in agonia per 25 minuti

“Aiutatemi! Il mio corpo sta bruciando”: così gli Usa uccidono i condannati



   

 

 

2 Commenti per “USA: in Tennessee torna l’orrore della sedia elettrica. Il Wyoming pensa alla fucilazione”

  1. Ma, dico io, con il poco che costano gli oppiacei, anche considerando che non penso proprio che inducano una morte tormentosa, perché non usare quelli? Un’overdose calcolata a dovere non sarebbe indolore e mortale come qualsiasi miscuglio fantasioso d’alta alchimia farmacologica (e magari costare quanto una carruba)? A leggere queste cose, non vi viene l’idea che ci possa essere sotto qualcosa di morboso?

  2. premesso che le esecuzioni di stato sono sempre macabre e orrende (chiarisco che io non sono uno di quelli che “nessuno tocchi Caino!”.. anzi!) io preferirei un bell’ergastolo con lavori forzati, così i vari Caino (tanto amati dai buonisti imbecilli) non graverebbero sui contribuenti

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -