Si impicca un professore del liceo: “Spesso veniva deriso da alunni e colleghi”

suicids18 magg – Il cadavere impiccato di un uomo è stato ritrovatoall’interno di un edificio di Zafferana Etnea.  Si tratta di un insegnante del liceo classico “Gulli e Pennisi” di Acireale. Sconosciuti i motivi del gesto, anche se da ambienti vicini agli inquirenti sarebbe trapelata l’indiscrezione riguardante la possibilità che il suicida avesse problemi economici. Come racconta siciliainformazioni

“Il professore – dice uno studente del liceo – era sicuramente una persona sola e non erano pochi quelli che lo prendevano in giro”.  A essere presa di mira sarebbe stata la ‘stranezza’ dell’uomo: “Veniva spesso deriso – continua il giovane – forse per il fatto che stava sulle sue, che non era uguale alla maggior parte degli insegnanti. Gli studenti se ne approfittavano, ma non è che i suoi colleghi si comportassero meglio. Mi è capitato diverse volte – conclude – di assistere a scene riprovevoli: una volta, per esempio, si trovava vicino a una macchinetta del caffè insieme ad altri professori; dopo che si allontanò, i due commentarono con supponenza il suo vestiario un po’ trasandato e il suo eloquio che a detta loro non era consono a un professore del liceo classico”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -