Premier del Mali: 36 morti a Kidal, siamo “in guerra” contro i terroristi

mali-terror

19 magg -Il premier del Mali, Moussa Mara, ha dichiarato di essere “in guerra” contro i terroristi della città settentrionale di Kidal, dopo gli scontri scoppiati sabato scorso costati la vita a 36 persone. Otto soldati e 28 ribelli sono rimasti uccisi nei combattimenti scoppiati davanti all’ufficio del governatore proprio durante la visita di Mara nella città; altre 30 persone sono state prese in ostaggio.

I terroristi hanno dichiarato guerra al Mali, così il Mali è in guerra contro questi terroristi – ha detto Mara alla France presse – mobiliteremo le risorse per combattere questa guerra”.

Da Washington è arrivato un appello alla moderazione e all'”immediato” rilascio degli ostaggi. “Chiediamo l’immediato rilascio di tutti gli ostaggi e invitiamo tutte le parti a evitare violenze o qualsiasi azione che possa mettere a rischio i civili”, ha detto il portavoce del Dipartimento di Stato, Jen Psaki. (fonte Afp)



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -