Festival di Cannes: i primi pareri della critica

Timothy Spall in una scena del film Mr. Turner

Timothy Spall in una scena del film Mr. Turner

Con l’inizio della seconda settimana del Festival, e con 10 film (su 18) del Concorso già presentati, è possibile cominciare a farsi un’idea di quali siano le preferenze dei critici presenti sulla Croisette.

Sul daily di Screen international che verrà distribuito domani, la stampa internazionale incorona come migliore film del momento Mr. Turner di Mike Leigh, seguito da Foxcatcher di Bennett Miller e da Maps to the Stars di David Cronenberg, freschi di presentazione.
All’ultimo posto della classifica, The Captive di Atom Egoyan, superato di pochissimo da Saint Laurent di Bertrand Bonello.

Qualcosa cambia nelle preferenze dei giornalisti francesi (Le film français), in cui dominano Timbuktu di Abderrahame Sissako, il già citato Foxcather, e Winter Sleep di Nuri Bilge Ceylan, e in fondo troviamo Le meraviglie della nostra Alice Rohrwacher.
Al di fuori di Bonello, tutti i registi francesi in Concorso (i fratelli Dardenne, Michel Hazanavicius, Jean-Luc Godard ed Olivier Assayas) devono ancora presentare i loro film. Chissà se e quanto questo farà cambiare idea alla stampa nazionale.

Guardando ai critici italiani, Paolo Mereghetti del Corriere della Sera è il solo chiamato ad assegnare stelline e palme, per Gala Croisette.
Ed oltre a “riabilitare” l’unico film italiano in Concorso, conferma il giudizio positivo della stampa internazionale riguardo a Mike Leigh.

 

Luca Balduzzi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -