Alta velocità, sabotaggio sul nodo ferroviario di Bologna

Bologna, 19 mag. – Rallentamenti alla circolazione ferroviaria sul nodo di Bologna provocati dal danneggiamento, nella notte, di alcuni cavi di rame e fibre ottiche lungo i binari della linea ad alta velocita’ Bologna-Milano. I convogli hanno ripreso a circolare con regolarita’ a partire dalle 11.40 di questa mattina.

NO-TAVLe modalita’ dell’episodio si avvicinano al furto di rame (nel caso si tratterebbe di un tentativo non andato a buon fine) ma non si esclude l’ipotesi del sabotaggio come conferma il procuratore aggiunto di Bologna, Valter Giovannini. Le indagini, coordinate dalla Procura, sono condotte dalla polizia ferroviaria e dalla digos. In particolare e’ al vaglio una scritta “No Tav” rinvenuta nei pressi dei pozzetti incendiati a fianco dei binari. Accertamenti sono in corso per capire se la scritta sia stata vergata per una sorta di rivendicazione oppure se la sua presenza era antecedente ai recenti danneggiamenti.

I tecnici di Rfi, sul posto dalla notte, hanno ripristinato la completa efficienza dell’infrastruttura e ora i treni veloci della linea Milano-Roma effettuano regolare servizio viaggiatori nella stazione sotterranea Alta velocita’ di Bologna. Durante le attivita’ di ripristino il traffico ferroviario e’ proseguito in superficie, con ritardi medi fino a 15 minuti per i treni coinvolti. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -