Gravi inondazioni in Europa Orientale, emergenza in Serbia e Bosnia

 

15 magg – Piogge intense si sono abbattute sull’Europa Orientale, causando inondazioni, in particolare in Serbia. Nella parte occidentale del Paese è stato dichiarato lo stato di emergenza. In un giorno qui è caduto l’equivalente della pioggia di quattro mesi.

In una ventina di località è intervenuto l’esercito contribuendo ai soccorsi di oltre 600 persone, allontanate dalle proprie abitazioni. Ci sono state almeno quattro vittime, tra cui un soccorritore. Il governo ha chiesto aiuto all’Unione Europea e alla Russia.

Stessa situazione nel centro-nord della Bosnia, tra cui il settore di Sarajevo. Le inondazioni più gravi in 120 anni – la cui potenza è evidente in un video amatoriale – hanno spinto le autorità a proclamare lo stato d’emergenza.

Centinaia di villaggi sono rimasti isolati a causa delle esondazioni di diversi fiumi, tra cui la Miljacka che attraversa la capitale bosniaca. La protezione civile e i vigili del fuoco forniscono viveri e medicine alla famiglie bloccate in casa.

La depressione proveniente dai Balcani ha avuto effetti anche in Ungheria: onde di un metro e mezzo si sono sollevate nel lago Balaton. Diversi livelli di allerta sono stati stabiliti in tutto il Paese.

inondaz



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -