La Libia minaccia la UE: o ci aiutate o agevoliamo il passaggio dei migranti

Mazek12 magg  – Tripoli potrebbe “agevolare” il passaggio dei migranti che cercano di raggiungere l’Europa se l’Ue non aiutera’ le autorita’ libiche ad affrontare il problema. A dichiararlo e’ stato il ministro dell’Interno Salah Mazek.

“Relativamente all’immigrazione illegale, do un avvertimento al mondo, ed in particolare all’Unione Europea, perche’ se non si assumeranno la responsabilita’ con noi, lo stato libico adottera’ una posizione su questo argomento per cui potrebbe agevolare il rapido passaggio di questo flusso di persone attraverso la Libia, dato che Dio ha fatto di noi un punto di transito per questo flusso”. “La Libia ha pagato un prezzo. Ora e’ il turno dell’Europa”, ha affermato.

Va detto che la richiesta non è partita adesso dalla Libia e che l’imbeccata per quest’altra spesa è partita proprio dall’Italia.

Il 28 aprile Immigrati, stipendificio: l’Italia chiede una delegazione internazionale in Libia

28 apr – L’Italia chiede coinvolgimento dell’Europa e delle Nazioni Unite per un intervento significativo sul fenomeno migratorio proveniente dalla Libia, ipotizzando l’invio di una delegazione internazionale incaricata di studiare soluzioni in loco per arginare e rallentare il flusso migratorio verso l’Italia.

E’ uno dei risultati, apprende l’Adnkronos, dei lavori del vertice a Palazzo Chigi sulle prospettive della missione Mare Nostrum, presieduto dal presidente del Consiglio Matteo Renzi al quale hanno partecipato il ministro dell’Interno Angelino Alfano, degli Esteri Federica Mogherini, della Difesa Roberta Pinotti, i sottosegretari alla presidenza Graziano Delrio e Marco Minniti, il capo della Polizia Alessandro Pansa e il capo di Stato maggiore della Difesa ammiraglio Luigi Binelli Mantelli.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -