Evento Chiamparino, pagato “pizzo” ai No Tav per non disturbare

notav10 magg – Polemica sull’aperitivo offerto in occasione della presentazione del progetto Smart Susa Valley con Sergio Chiamparino, candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione Piemonte. Meta’ dei soldi pagati per l’affitto da Antonio Ferrentino, che ha organizzato l’evento, sarebbero poi stati dati ai No Tav dai gestori della Cascina Roland di Villarfocchiardo, per “ringraziarli” per non aver disturbato l’iniziativa.

“Questo e’ un pizzo” accusano il parlamentare Pd, Stefano Esposito, e Antonio Ferrentino. “E’ inaudito e gravissimo” gli fa eco il presidente della Provincia, Antonio Saitta. “L’agibilità politica della Valle di Susa – aggiuinge – è e deve essere garantita da sistemi democratici, non da pagamenti più o meno sottobanco che in altre parti d’Italia si chiamano pizzo e vengono perseguiti”



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -