Donna crocifissa a Ugnano: arrestato il maniaco seriale

Donna crocifissa a Ugnano: arrestato il maniaco seriale

Stamani all’alba gli uomini della squadra mobile di Firenze hanno catturato un 55enne accusato di essere l’omicida della 26enne romena morta in via Cimitero d’Ugnano. Gli agenti hanno fermato l’uomo, un idraulico fiorentino, nella sua abitazione in via Locchi tra l’ospedale di Careggi e Rifredi.

serial

L’uomo si sarebbe reso responsabile anche di altre violenze su altre lucciole. Ieri gli inquirenti avevano ascoltato il compagno di Andrea Cristina Zamfir non ottenendo però riscontri utili. Indizi che invece erano stati forniti da numerose prostitute le cui testimonianze convergevano su un unico profilo. “Mi dispiace offendere gli animali con questo paragone, ma questa persona è una bestia”. aveva detto ieri il questore Raffaele Micillo riferendosi al maniaco seriale.

Al momento, l’uomo, Riccardo Viti, si trova sotto interrogatorio negli uffici di via Zara. L’uomo è sposato con una donna dell’ucraina. Fondamentale per la cattura il ritrovamento di un furgoncino, Fiat Doblò, con cui l’artigiano avrebbe portato la donna sul luogo dove poi è morta. L’uomo avrebbe già fatto alcune ammissioni sebbene ancora non ci sia una confessione. Da quanto emerso, importante per la cattura è stato il contributo di un agente della squadra mobile, prima al reparto volanti, che si ricordava di un fermo per identificazione avvenuto due anni fa. Analogie che riscontrate con le immagini di alcune telecamere hanno permesso di risalire all’identità del 55enne. Quando è stato fermato l’uomo ha detto: “Ho fatto una sciocchezza”: shoccato il padre, sbigottita la madre.

Davanti alla questura è arrivato anche il convivente della 26enne crocifissa sotto il cavalcavia dell’autostrada A1. “Ho lasciato Andrea alla Cascine – ha spiegato il 36enne romeno Jean Ion Manta – Mi ha detto che aveva un appuntamento di lavoro, come baby sitter. Poi mi non mi ha più risposto al telefono”.

A seguito della cattura sollevato il questore Raffaele Micillo: “Abbiamo dato una risposta a tutta la comunità”

.firenzetoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -