Nepal, la dote è povera: 19enne musulmana seviziata e bruciata viva dal marito

fuoco7 mag 2014 – Una giovane musulmana e’ stata picchiata e seviziata per mesi da suo marito e poi bruciata viva mentre era anche incinta perche’ dopo il matrimonio non aveva portato una dote piu’ ricca’.

E’ la storia di Rihana Banu Dhapali, 19enne del distretto di Banke, nel sud del Nepal, viva per miracolo. Ora – riferisce un servizio dell’agenzia missionaria MISNA – e’ ricoverata in condizioni gravi ma stabili in un ospedale di Kathmandu. Nazrul Hussein, imam locale, ha condannato il fatto affermando che ”violenze del genere sono contrarie alla fede. Queste pratiche sono il male dell’islam”.

La giovane da diversi mesi veniva torturata e picchiata dal marito e dai familiari di lui, per convincerla a chiedere a suo padre una motocicletta e un bufalo. asca



   

 

 

1 Commento per “Nepal, la dote è povera: 19enne musulmana seviziata e bruciata viva dal marito”

  1. che schifo di gente…..e noi li facciamo entrare in italia…

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -