Pronto soccorso di Rieti, maxi rissa tra romeni a calci e pugni

ps6 magg – Rieti – Momenti di paura al Pronto soccorso dell’ospedale de Lellis di Rieti, dove all’alba di sabato una maxi rissa esplosa tra due gruppi di romeni è stata sedata da polizia e carabinieri costretti a intervenire in forze. Lo scontro è iniziato poco dopo le quattro del mattino, in seguito al ricovero di un romeno, trasportato in ospedale dal 118 in coma etilico.

Nel giro di poco tempo, al Pronto soccorso sono giunti molti romeni, tra i quali diverse donne, che si sono cominciati a scambiare ben presto pugni e calci, sia all’interno della sala di attesa che all’esterno della struttura.

In questo frangente, l’unica guardia giurata della Sabinapol presente in servizio, ha prima messo al riparo alcuni utenti che attendevano di essere visitati, poi ha cercato di dividere come poteva i romeni, restando a sua volta ferito a una spalla nel tentativo di proteggere l’entrata del pronto soccorso. Solo l’arrivo delle pattuglie di volanti, carabinieri e polstrada, ha messo fine alla maxi rissa che ha terrorizzato medici e infermieri.

Bilancio finale: tre partecipanti medicati oltre al coraggioso vigilante che ha riportato alcune contusioni, e denuncia per rissa e lesioni nei confronti dei romeni identificati.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -