Niente gioco del calcio per minori stranieri se i genitori sono irregolari

calcio5 magg – Il divieto è determinato dal regolamento Fifa, applicato dalla Federazione italiana gioco calcio, che prevede che il primo tesseramento da parte di una società calcistica di uno straniero minorenne può avvenire solo se è giunto in Italia assieme ai genitori per motivi indipendenti dal calcio, se ha compiuto il sedicesimo anno di età e se il trasferimento avviene all’interno dell’Unione europea o dell’Area economica europea. In tal caso, stabilisce inoltre la norma, “la società calcistica deve assicurare anche una formazione scolastica o professionale adeguata al minore accanto a quella calcistica”.

Le norme inoltre prevedono che il minore presenti un certificato di residenza anagrafica in Italia e un permesso di soggiorno “con scadenza non anteriore al 31 gennaio dell’anno in cui termina la stagione sportiva per la quale il calciatore richiede il tesseramento”. Trattandosi di minorenne, la validità del permesso di soggiorno è quella del documento dei genitori.

Il regolamento della Fgci, è animato dalle migliori intenzioni. E ha lo scopo di contrastare un fenomeno noto a livello internazionale: il trafficking di calciatori minorenni i quali, quando non rendono secondo le aspettative, a volte sono abbandonati dalle società calcistiche e si ritrovano senza niente, perché nel frattempo non hanno studiato.

l’Associazione studi giuridici per l’immigrazione sostiene che con queste norme si viola la Convenzione internazionale per i diritti del fanciullo secondo la quale un minore non può essere trattato in modo diverso dei suoi coetanei a causa dello status giuridico dei genitori. E, infatti – come ha chiarito a Redattore sociale l’avvocato Alberto Guariso – il Testo unico sull’immigrazione vieta l’espulsione dei minorenni. “Col paradosso che possono restare in Italia, ma non praticare lo sport”. tiscali



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -