VIDEO – Arabia Saudita, l’infezione da Coronavirus Mers si allarga

 

SARS3 MAGG – In Arabia Saudita il corona virus MERS ha causato oltre 100 morti dal 2012. L’origine di questa infezione è ancora ignota, il ceppo è quello della Sars, che dal 2003 ha causato oltre 800 decessi nel mondo e continua a mietere vittime. Il primo caso di Coronavirus è stato riscontrato negli Stati Uniti, su un uomo che tornava da un viaggio proprio dall’Arabia Saudita, dove l’attenzione delle autorità è sempre più alta. Hussain Abdul Rhaman Al Rand, sottosegretario alle strutture sanitarie:

“Abbiamo fatto una campagna per coloro che lavorano nelle scuole, perché sono i luoghi più affollati, anche più delle Università. Finora non è stato disponibile alcun vaccino contro questo virus, nessun antibiotico”

La pista più accreditata, per risalire alla genesi del virus, è quella che lo vorrebbe incubato dai dromedari
Su scala mondiale dal settembre 2012 si sono registrati oltre 250 casi di Mers. L’Arabia Saudita è il Paese più colpito.

François Chignac, euronews:
“Da una parte c‘è il Ministero della Sanità dei Paesi del Golfo, stima che la situazione sia sotto controllo, ma non bisogna dimenticare l’impatto del turismo. D’altra parte l’Organizzazione mondiale della Sanità non nasconde più la propria preoccupazione”. EURONEWS

[dividers style=”2″]

3 mag. – L’epidemia di coronavirus Mers (Middle East Respiratory Syndrome) ha fatto altre due vittime in Arabia Saudita, facendo salire il bilancio complessivo dei morti a 111 dalla sua apparizione nel Regno nel settembre 2012. Come ha riferito il ministero della Salute, un ragazzo di 25 anni e’ morto a Gedda e una donna di 69 alla Mecca. Parallelamente, sono stati registrati altri 35 nuovi casi, portando il totale a 396, il piu’ alto al mondo. Intanto, il primo caso di Mers negli Usa e’ stato confermato venerdi’ dalle autorita’ americane. La persona infettata, impiegata nel campo dell’assistenza medica, era stata di recente a Riad per lavoro.

La settimana scorsa era stata la volta delle autorita’ egiziane a registrare il primo caso al Cairo di una persone giunta dall’Arabia saudita e riconosciuta positiva al test. L’epidemia di Mers sta creando forti allarmismi nel Regno saudita, con l’opinione pubblica preoccupata dopo che almeno quattro medici si sono dimessi dal King Fahd Hospital di Gedda per essersi rifiutati di curare i pazienti per l’infezione. La Mers e’ considerata il cugino piu’ letale ma meno trasmissibile del virus della Sars che, dalla sua prima manifestazione in 2003 in Asia, ha infettato 8.273 persone, di cui pero’ solo il 9% e’ deceduto. A differenza di questo, la Mers ha una mortalita’ superiore al 40% e non esistono vaccini o trattamenti antivirali. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -