Portogallo, nuovo aumento Iva e taglio delle pensioni. Lo chiede la Troika

poveri3 magg  – Il governo portoghese ha divulgato oggi la strategia di bilancio dei prossimi 4 anni, che prevede un lieve aumento dell’Iva, dall’attuale 23% al 23,25%,in vigore dal prossimo anno, e la riforma del sistema pensionistico con un contributo di solidarietà che taglia fra il 2% e il 3,5% le pensioni superiori ai mille euro. Secondo il Documento di Strategia di Previsione (Deo), citato da Publico, l’imposta speciale sulle pensioni applicata nel 2013 diventerà permanente, con la creazione di un “contributo di sostenibilità”, che dovrà essere pagato da tutti i pensionati che ricevono oltre mille euro al mese e che sarà applicato in maniera progressiva.

Gli “aiuti” della Troika hanno distrutto il Portogallo, 120mila persone l’anno in fuga dal Paese

Dal Portogallo accuse contro il FMI: sono degli ipocriti
Il premier portoghese, Pedro Passos Coelho accusa il Fondo monetario internazionale di ipocrisia, perche’ spinge Lisbona ad assumere nuove misure di austerita’ e, nello stesso tempo, sostiene che in Europa i tagli alla spesa sono troppo drastici.

Queste sono alcune delle misure previste dall’esecutivo conservatore portoghese, guidato da Pedro Passos Coelho, per far fronte alle esigenze della troika, in vista delle verifiche dei tecnici della Ue e del Fondo Monetario Internazionale dei conti del paese, per la chiusura del salvataggio da 78 miliardi di euro, prevista per metà maggio.

In Europa 124 milioni di persone a rischio povertà

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -