Un anno assieme a Papa Francesco

Papa Francesco

Papa Francesco

Víctor Manuel Fernández con Paolo Rodari
Il progetto di Francesco-Dove vuole portare la chiesa
Editrice Missionaria Italiana

Paolo Rodari
La Chiesa ferita-Papa Francesco e la sfida del futuro
Casa editrice Giunti

Paolo Rodari, milanese, vive a Roma. E’ giornalista del quotidiano La Repubblica. Ha lavorato in diversi giornali e scritto bestseller tradotti in tutto il mondo, fra i quali L’ultimo esorcista (Piemme).


INTERVISTA A PAOLO RODARI, MERCOLEDI’ 23 APRILE 2014 (a cura di Luca Balduzzi)

Come sintetizzerebbe questo primo anno di pontificato di Papa Francesco?
Difficile definire un anno di pontificato. Ci vuole tempo affinché ciò che il Papa ha fatto sedimenti, porti frutto e se ne possa parlare. Ciò premesso, mi sembra che questo primo anno abbia portato una freschezza nuova nella Chiesa. Un Papa che ha scelto il nome di Francesco ha portato tutta la Chiesa a guardare con maggiore decisione all’essenziale, a Gesù centro della vita di tutti.

Come ha vissuto questo anno la sua Argentina?
In Argentina tutti conoscevano la grandezza del cardinale Bergoglio. Vederlo al soglio di Pietro da una parte ha confermato negli argentini tante cose che di Bergoglio già conoscevano, dall’altra il popolo argentino mi pare abbia visto in Bergoglio anche qualcosa di nuovo, una forza diversa, una gioia prima come trattenuta. A mio avviso si tratta della forza dello Spirito.

Come sta cambiando la Chiesa cattolica con Papa Francesco? Sia nelle “strutture” che negli atteggiamenti…
Le strutture subiranno nei prossimi mesi/anni un generale snellimento per renderle più essenziali e più al servizio del popolo. L’atteggiamento diverso che Bergoglio sta portando nella Chiesa mi sembra una minore insistenza sui principi (non negati ma mai annunciati in un ottica di conflitto, in risposta aggressiva alle istanze del mondo) e di più sull’abbraccio misericordioso del Vangelo.

Per Papa Francesco sono arrivate anche le copertine di Time, di Rolling Stone, la candidatura al Premio Nobel per la pace e il riconoscimento di personaggio più influente del 2013 da parte di Forbes
Ciò testimonia che la sua persona riesce a raggiungere ilo cuore di tutti, credenti, non credenti, perfino i media… una cosa davvero positiva.

Come avete vissuto questo anno voi giornalisti?
Personalmente respiro intorno al papa un’aria nuova. Questo Papa favorisce il mero racconto dei fatti. Basta seguirlo, guardarlo e raccontare. Non c’è bisogno di altro.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -