Ucraina, Mosca avverte Kiev: “Pronti a rispondere come in Georgia”

lavrov23 apr – Se i suoi interessi in Ucraina saranno attaccati, Mosca risponderà come fece nel 2008 con la Georgia. La minaccia è arrivata dal ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, che ha parlato alla televisione Rt. “Se i nostri interessi, i nostri interessi legittimi, gli interessi dei russi saranno attaccati direttamente – ha avvertito Lavrov – come per esempio è accaduto nell’Ossezia del sud (regione autonoma della Georgia che ha proclamato l’indipedenza sei anni fa, ndr), non vedo altro modo che rispondere, nel rispetto del diritto internazionale“.

Washington, intanto, fa sapere che se non vi sarà un allentamento delle tensioni nella parte orientale dell’Ucraina, gli Stati Uniti imporranno nuove sanzioni alla Russia. Ad affermarlo il segretario di Stato americano John Kerry nel corso di una telefonata con il capo della diplomazia russa. Kerry, hanno reso noto fonti dell’amministrazione, “ha esortato con forza la Russia ad abbassare i toni della escalation retorica, impegnarsi sul piano diplomatico nella parte est della repubblica trattando con l’Osce e con il governo ucraino e a chiedere pubblicamente a quanti hanno occupato edifici pubblici ad est di deporre le armi in cambio dell’amnistia”.

Lavrov, ha reso noto il ministero degli Esteri russo a Mosca, ha sottolineanto come sia l’Ucraina a dover adottare misure urgenti per garantire l’attuazione degli accordi di Ginevra. adnk



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -