Tunisino suicida in commissariato: la procura apre un’inchiesta

Ambulanza-polizia8 apr. – La procura di Roma indaga sulla morte del tunisino di 45 anni che ieri si e’ buttato dalla finestra del terzo piano del commissariato Viminale, dove si trovava dopo essere stato fermato per un episodio di violenza sessuale.
Pochi dubbi che si tratti di un suicidio ma il pm Paolo D’Ovidio, che ha aperto un procedimento senza ipotesi di reato, ha gia’ sentito gli agenti nel corso del sopralluogo effettuato ieri sera e ha disposto l’autopsia.

A eseguire l’esame sara’ il medico legale Maria Rosaria Aromatario dell’Universita’ La Sapienza. Chi indaga ha gia’ accertato la presenza dell’impronta di una scarpa sulla sedia che il nordafricano ha usato per gettarsi di sotto, mentre era ammanettato, approfittando di un momento di distrazione degli agenti ai quali aveva chiesto un bicchiere d’acqua prima dell’interrogatorio. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -