Traffico di minori, diplomatico italiano arrestato a Manila

bosio

ansa

7 apr – L’ambasciatore dell’Italia in Turkmenistan, Daniele Bosio, fermato dalla polizia filippina con l’accusa di aver violato la legge sulla tutela dei minori, è stato arrestato in un resort a sud di Manila in compagnia di tre ragazzini dell’età compresa tra 9 e 12 anni. Lo ha fatto sapere Romulo Sapitula della polizia filippina, precisando di aver depositato una denuncia per traffico di minorenni alla procura, che deciderà se formulare accuse.

Catherine Scerri del gruppo per i diritti dei bambini Bahay Tuluyan ha spiegato che lei e altri membri dell’associazione si erano insospettiti dopo aver visto nel resort un uomo straniero in compagnia di ragazzini che chiaramente non erano imparentati a lui. A quel punto gli attivisti hanno allertato le autorità. L’indagine, ha riferito la polizia, ha rivelato che prima di portare i bambini nel resort Bosio li aveva portati nel suo alloggio a Manila. Ai sensi del codice penale filippino, il traffico di minorenni è un reato punibile con una pena detentiva massima di 20 anni e una multa di almeno un milione di pesos (16.225 euro). tiscali



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -