Troppe domande d’asilo, l’Italia verso il collasso

rifug31 mar – Il ministero dell’Interno annaspa sotto l’urto di tanti, troppi stranieri che accorrono in Italia a chiedere asilo politico. L’anno scorso sono stati quasi 43 mila; nei primi tre mesi dell’anno ne sono arrivati 10.724. Solo ieri le nostre navi militari ne hanno raccolti in mare altri 128. Ma notizie di intelligence parlano di 90 mila profughi siriani già arrivati in Libia, avanguardia di 900 mila in movimento verso l’Europa. E il nostro sistema di accoglienza è prossimo al tilt.

«Quest’anno ci aspettiamo un numero di sbarchi uguale o anche superiore a quello dell’anno scorso», dice il sottosegretario Domenico Manzione, che segue la questione dei rifugiati al ministero dell’Interno. Il punto è che accogliere cinquantamila nuovi profughi non è uno scherzo. Ci sono a disposizione circa 20 mila posti, che nel 2014 saliranno a 30 mila. Ma sono pieni. La settimana scorsa, dovendo piazzare 5000 persone sbarcate in pochi giorni, il ministero ha fatto ricorso alle prefetture chiedendo di assorbire 40/50 profughi ciascuna. «Non potevamo certo lasciarli sul molo di Augusta», spiega Manzione.

Eppure c’è chi storce il naso. Arci e Caritas hanno firmato una lettera aperta: «La vicenda della cosiddetta Emergenza Nord Africa è emblematica di un approccio che non paga: non si assicurano condizioni dignitose a tutti i richiedenti asilo, si coinvolgono alberghi e altre strutture inadeguate, si creano tensioni con organizzazioni locali che pure sarebbero disponibili ad accogliere. Evitiamo di fare anche quest’anno gli stessi errori». la stampa

Rifugiati-basta_emergenze_lettera_aperta.pdf




   

 

 

1 Commento per “Troppe domande d’asilo, l’Italia verso il collasso”

  1. Arci e caritas come sempre pensano solo ai loro interessi, ai guadagni corposi sugli arrivi di clandestini discutono delle tensioni con le organizzazioni locali…. vittimizzano sulle problematiche legate a questi arrivi… ma nessuno che spenda una parola sui disagi della gente, sui rischi che corrono le persone, eppure la cronaca ne e’ piena! ipocriti che pensano solo alle condizioni dignitose di coloro che arrivano volutamente senza documenti… ma nulla dicono dei disagi delle sofferenze e della perdita di dignita’ forzosamente degli italiani … che sono loro che pagano TUTTO…. vergogna agli speculatori vigliacchi ed opportunisti…. Italia ma dove sei???? un saluto Elisabetta di firenze

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -