Istat: l’Italia ha perso un quarto di produzione industriale in 5 anni

industria30 mar – L’andata e ritorno della crisi hanno lasciato il segno sull’economia italiana, che sta ancora attraversando una fase recessiva ”particolarmente lunga e intensa”: sommando il primo round (2008-2009) al secondo (2011-2013) si ottiene un effetto devastante sulla produzione industriale del paese; in 5 anni ha perso un quarto del prodotto.

Italia potenza scomoda, Galloni: “Ecco come ci hanno deindustrializzato”

E’ quanto emerge dal rapporto Istat 2014, sulla competitività dei settori produttivi, che ha analizzato le performance delle imprese e dei comparti manifatturieri italiani. Tra il 2011 e il 2013, sottolinea l’istituto, il periodo recessivo è stato ”caratterizzato da una forte e persistente caduta” della domanda interna e da un rallentamento, nel 2013, di quella esterna.

La Ue deindustrializza l’Italia. Anche la disciplina sulle emissioni CO2 penalizza il nostro paese

Squinzi: problemi di Finmeccanica creati artificiosamente da concorrenza internazionale



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -