Artigiano diventa senzatetto, Confartigianato sistema i profughi negli hotel

disp1SOLIERA, 28 mar- «Non chiedo di essere mantenuto, ma di lavorare». Antonio Ballabeni era titolare di una ditta individuale, ora vive nei garage ospite degli amici. «L’11 dicembre la compagna mi ha buttato fuori casa: sono disoccupato, senza un tetto. Sono andato decine di volte dal sindaco e dal vicesindaco, ma non hanno fatto nulla».

Vicenza, Confartigianato sistema i profughi in hotel

Confartigianato pensi ai veri problemi di artigiani e imprese, non ai clandestini

«Il Comune ha fatto tutto quanto possibile – ha replicato il sindaco Schena – non è in una condizione familiare particolare con minori e figli a carico. Abbiamo fornito alloggio e contributi».

Antonio aveva trovato posto in un ostello a Modena. «Me l’hanno dato, con i biglietti per la corriera, dopo che avevo minacciato di dormire in municipio. Sono andato via dopo tre giorni, non c’erano le condizioni minime per rimanere. Ho dormito nel parco della Repubblica, riscaldandomi vicino alle macchinette per il caffè. Mi ospitano amici in un garage, non posso nemmeno preparare la pasta, i carabinieri mi aiutano con gli alimenti. Ho raccontato la mia storia all’onorevole Baruffi: mi ha detto che è impossibile che una persona viva così. Gli ho detto che è vero, allora mi ha chiesto il mio nome per vedere se poteva fare qualcosa, però non si è più fatto sentire».

Antonio si è già rivolto ai servizi sociali, ai market solidali e alla Caritas. «Mi hanno dato un buono di 60 punti per la spesa. Solo con shampoo e bagnoschiuma se ne vanno via dieci. Prego le fabbriche di Soliera per assumermi. Grazie al mio amico Francesco ho potuto fare un colloquio a Sassuolo, non ho la macchina né i soldi per andare. Lo scorso anno avevo trovato un posto a Cortile per la raccolta delle pere. Andavo ogni giorno in bici. Il prete mi dava una mano, poi mi ha fatto capire che non poteva più. Per gli alluvionati hanno trovato spazio in albergo: l’ho chiesto anch’io e mi hanno detto che non è possibile».

Gabriele Farina per gazzettadimodena



   

 

 

2 Commenti per “Artigiano diventa senzatetto, Confartigianato sistema i profughi negli hotel”

  1. Sig. Antonio, spero che Lei riesca a trovare un lavoro e un tetto sopra la testa…
    Comunque non capirò mai una ex moglie o marito che mettono fuori dalla porta senza soffermarsi alle varie conseguenze che una persona potrebbe avere…
    Quanta gente cattiva che c’è al mondo!!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -