Obama: venderemo gas in Europa, ma ad aziende private. Accelerare il libero scambio

gas27 mar – Il primato raggiunto dagli Stati Uniti nella produzione di gas – grazie al boom dello shale gas, il gas di scisto – può diventare un’arma per indebolire il presidente russo, Vladimir Putin. Ne è consapevole il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, che durante la conferenza stampa a Bruxelles dopo il vertice di oggi con l’Unione europea ha utilizzato questo argomento per sollecitare gli alleati Ue a concludere l’accordo di libero scambio transatlantico Usa-Ue, un complesso negoziato finora andato a rilento.

Ci stanno fregando. L’accordo commerciale transatlantico è un attacco frontale alla democrazia

Libero scambio Usa-UE, un’altra mazzata per la nostra economia

Libero mercato transatlantico o Stato sovranazionale?

“Abbiamo già autorizzato l’esportazione di una quantità di gas naturale, ogni giorno, pari a quella che usa quotidianamente l’Europa, ma sarà messa sul mercato e non indirizzata direttamente: passerà attraverso le aziende private che decideranno sul mercato dove questa energia dovrà essere venduta”, ha detto Obama davanti ai giornalisti. “Stiamo lavorando per concludere il Transatlantic Trade Partnership (l’accordo di libero scambio, ndr) e lasciatemi aggiungere che una volta che avremo l’accordo, “l’export del gas americano sarà più semplice”, un fatto “importante nel contesto geopolitico attuale” ha aggiunto Obama.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -