Obama: la Nato è pronta a reagire alle minacce di Mosca

obama

 

25 mar – Se i Paesi vicini della Russia saranno minacciati da Mosca, gli alleati della Nato rispetteranno il principio della difesa collettiva e li difenderanno. Lo ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, in conferenza stampa all’Aia dove si è recato per il Vertice sulla sicurezza nucleare e la riunione del G7.

“Non riconosciamo quanto sta accadendo in Crimea” e non crediamo che la questione “sia chiusa”, ha detto il presidente parlando a fianco del premier olandese Mark Rutte, mentre “siamo preoccupati di ulteriori sconfinamenti russi in Ucraina”. (Invece dovrebbe preoccuparsi degli sconfinamenti della Nato Usa, Rasmussen provoca Putin: “la Nato si allargherà a est”)

Si è definito preoccupato e ha messo in guardia il presidente russo Vladimir Putin sul fatto che sarebbe una pessima idea entrare ancora in Ucraina, di cui ha annesso la Crimea a seguito del referendum di dieci giorni fa.

Facendo riferimento alle sanzioni già applicate e a quelle che potrebbero essere aggiunte, ha detto che “sarebbe disonesto tuttavia affermare che ci sia una soluzione semplice a ciò che è già accaduto in Crimea”, sotto controllo delle truppe russe. A proposito dei militari di Mosca schierati sul confine dell’Ucraina, in territorio russo, Obama ha detto: “Ci opponiamo a ciò che sembra essere un tentativo di intimidazione. Ma la Russia ha il diritto di tenere le truppe sul suo territorio”. Ha aggiunto: “La Russia è una potenza regionale che sta minacciando alcuni dei suoi più stretti vicini, non con la forza ma con la debolezza”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -