Il debito pubblico è problema di interessi, non di deficit eccessivi e si può risolvere

debito

24 MAR – Se qualcuno affermasse che potremmo risparmiare 70 miliardi l’anno senza diminuire la spesa pubblica o combattere l’evasione fiscale, potremmo far ripartire l’economia risparmiando 70 miliardi l’anno e investirli per la ripresa delle nostre imprese, potremmo avere a disposizione 70 miliardi senza uscire dall’Euro e rispettando i Trattati…
Ci crederesti?

La soluzione è questa, lo dice l’articolo 123 del TFUE: il governo può creare una banca di proprietà statale che lo finanzi. Il sistema è semplice: la Bce crea il denaro e lo presta alla banca pubblica allo 0,25% e la banca pubblica lo presta allo Stato allo 0,50% invece che all’attuale 4%.
Su 2.000 miliardi di debito pubblico arriveremo a risparmiare 70-80 miliardi l’anno. Troppo bello per essere vero?

Per la Germania no. Lo fa già! Noi comunque lo abbiamo chiesto direttamente alla Unione Europea e alla BCE. La risposta è stata che sì, si può fare. Le aziende chiudono, la disoccupazione aumenta, le tasse aumentano, si tagliano i servizi? Bene, tutto questo si può evitare e subito.

Nell’articolo che segue proponiamo l’approfondimento tecnico e la corrispondenza con la BCE.

 Il debito pubblico è un problema di interessi, non di deficit eccessivi e si può risolvere

[animated_button align=”none” animation=”pulse” color=”red” size=”small” text=”CLICCA PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO” target=”_blank” url=”http://www.imolaoggi.it/wp-content/uploads/2014/03/versione_completa_Il-debito-pubblico.doc”]

di Giovanni Zibordi e Claudio Bertoni

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -